Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ho una certa consuetudine coi diritti civili.
Per questo so che si fa un regalo a chi vuole negarli quando se ne politicizza eccessivamente la difesa, travalicandone il contenuto.
Il comune e la provincia di Brescia hanno negato il patrocinio al Pride.
Ho la netta sensazione che il rifiuto sia stato ampiamente, coscientemente e volutamente provocato.
Il risultato è stato la comune vittoria delle posizioni estreme e la sconfitta dell'interesse di coloro per cui i diritti civili rappresentano la libertà di essere.

Gli autori della forzatura, da un lato i nemici dei diritti civili e della laicità, e dall'altro i catto-reazionari, hanno cinicamente strumentalizzato la condizione e le legittime rivelazioni degli appartenenti al mondo LGBT, chiudendo nell'angolo tutte le persone di buonsenso che sanno bene, al contrario, come i diritti civili non si conquistino con le forzature.

http://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/gay-pride-1.3187066

Lorenzo Cinquepalmi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Nuovo anno, nuova vita. 

Agli amici, ai Circoli socialisti, alle organizzazioni proletarie.

Filippo Turati in "Critica Sociale", a. XIX, n. 2, 16 gennaio 1909, p. 2-3.

 

"Si auspica una nuova forza del socialismo italiano per il 1909: di fronte alle critiche e alla domanda se ha ancora ragione di esistere un partito socialista e con quale forza, Turati risponde: "Noi siamo tentati di rispondere che comincia proprio ora ad averla. 

Non é povero di forze il socialismo italiano. 

Ma son forse, le più, che s'ignorano a vicenda, forze isolate e disperse - qualche volta si elidono. 

Noi le chiamiamo a raccolta: risponderanno? 

E allora, non per noi soltanto, l'anno nuovo sarà nuova vita".

 

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10211483221945958&id=1525807014

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La Federazione di Brescia del PSI ha in programma le seguenti iniziative:

Domenica 20/11/2016 - ore 10:00 - partecipazione del segretario provinciale Lorenzo Cinquepalmi alla manifestazione "Quali prospettive per il PSI - prima e dopo il referendum". - Sezione PSI Dergano-Bovisa-Affori - via Conca Verde 17 - Municipio 9 Milano.

Martedì 22/11/2016 - ore 21:00 - La riforma costituzionale - Discussione pubblica tra il Prof. Giovanni Guzzetta (costituzionalista) e l'On.le Avv. Adriano Paroli (ex parlamentare ed ex sindaco di Brescia) - Introduce Lorenzo Cinquepalmi (segretario provinciale PSI Brescia) - a Brescia, Teatro del Chiostro di San Giovanni Evangelista, Contrada San Giovanni, 12

Lunedì 28/11/2016 - partecipazione del segretario provinciale a: La riforma costituzionale - Dibattito tra Roberto Biscardini (già senatore, assessore regionale, consigliere comunale di Milano) e Lorenzo Cinquepalmi (responsabile dipartimento Diritti Civili del Partito Socialista Italiano) - organizzato dalla Sezione del PSI di Cornaredo.

Martedì 29/11/2016 - ore 20:30 - SI/NO L'ITALIA DECIDE - Incontro dibattito tra Prof. Saverio Regasto (ordinario diritto pubblico - direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Brescia) e l'Avv. Lorenzo Cinquepalmi (segretario provinciale del PSI di Brescia). Organizzato dalla Sezione "Salvador Allende" di Carpenedolo del PSI a Carpenedolo (BS) Vicolo Gobbo.